Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community

 

Il Master in La scuola in ospedale: la realtà professionale e le strategie didattiche di cura ha come obiettivo la preparazione di professionisti della didattica in ospedale e a domicilio, fornendo un'approfondita formazione sia sotto il profilo didattico e di intervento, sia sotto il profilo organizzativo e normativo.

In particolare si vogliono fornire ai docenti, attuali e aspiranti, le conoscenze e gli strumenti più idonei e aggiornati a realizzare interventi efficaci di didattica in ospedale e domiciliare. Il docente ospedaliero deve infatti saper modificare le proprie competenze pedagogiche e docimologiche per adattare e promuovere modelli educativi e relazionali flessibili, adatti a contesti diversi e alle diverse situazioni esistenziali, sviluppando una cultura della progettazione individualizzata, inclusiva, flessibile.

Il Master, di durata annuale, consente l’acquisizione di aggiornate competenze mediche e socio-psico-pedagogiche (fondamentali ancor più in ambiente ospedaliero) per garantire il benessere dell'alunno dal punto di vista fisico, mentale, emotivo e relazionale.

Lo studente ospedalizzato e ricoverato a domicilio apprende, in tal modo, il ‘pensare’ e l’agire della disciplina, nella progettazione e nella realizzazione quotidiana di prodotti complessi realizzati in ambito ospedaliero. Perché la conoscenza e la comprensione sono, come noto, costruite e realizzate sempre in dialogo con altri. Ma chi incontra e trova, in ospedale, lo studente ricoverato? Quali figure mediano e lo sostengono, nell’apprendimento? Il bambino e il ragazzo ricoverato imparano dagli insegnanti, dai genitori, ma anche (e talvolta prevalentemente) dai medici e dal personale ospedaliero. A sua volta, l’insegnante si pone in rapporto con allievi dalle condizioni esistenziali profondamente diverse da quelle cui è abituato a lavorare e rapportarsi.

Le nuove tecnologie (e alcune modificazioni strutturali ospedaliere) migliorano la degenza dei bambini/ragazzi diminuendo le distanze spazio temporali che separano il bambino dal proprio contesto di appartenenza, e favoriscono una migliore partecipazione e inclusione, ma certamente rappresentano sempre, per insegnate e allievo, ambienti estranei a quelli consueti. I docenti iscritti acquisiranno quindi specifiche competenze attinenti l’utilizzo delle nuove tecnologie in ambito ospedaliero e domiciliare.

Bisogna inoltre sottolineare che l’efficacia delle terapie e lo sviluppo tecnologico, con il prolungamento della vita e forti recuperi, dei pazienti, stanno profondamente modificando i contesti e le modalità assistenziali. Anche il decentramento dall’ospedale al territorio, superate le situazioni di acuzie, sta profondamente mutando i modelli assistenziali e le sedi delle cure; di conseguenza l’organizzazione e i modelli didattici dovranno provvedere alle opportune modificazioni.

Gli iscritti al Master potranno approfondire altresì gli aspetti normativi e giuridici e acquisire una visione ampia dei nuovi approcci di gestione e organizzazione del Servizio secondo i modelli internazionali.

 

Ultimo aggiornamento: 20/07/2022 15:18